Casseruola Alta - 2 Maniglie

Casseruola Alta - 2 Maniglie

Prezzo di listino
€85,00
Prezzo scontato
€85,00
Prezzo di listino
Esaurito
Prezzo unitario
per 
Imposte incluse. Spedizione calcolata al momento del pagamento.

La casseruola è realizzata in rame puro liscio e stagnata a mano internamente in quanto il rame ha una capacità di trasmissione del calore elevatissima e, di conseguenza, uniforme; per questo i cibi cuociono nel migliore dei modi. E' un contenitore cilindrico per cuocere le pietanze, la cui altezza è sempre inferiore alla larghezza. È dotata di due maniglie o di un manico e solitamente è fornita di coperchio. La parola casseruola proviene dalla lingua provenzale, nella quale il termine "cassa" indicava un piatto utilizzato per le cotture al forno. Solitamente sono usate per cucinare cibi in umido, arrosti, sughi e salse. Esistono tre tipi principali di casseruola: fonda, la cui altezza è superiore a metà del diametro; mezza-fonda, di altezza uguale alla metà del diametro; bassa, di altezza inferiore alla metà del diametro.


CARATTERISTICHE TECNICHE

- Prodotto Italiano
- Stagnatura manuale
- Spessore minimo del rame: 2 mm
- Manici in ottone pressofuso



CONSIGLI D'USO

- Utilizzo sicuro su fiamma, piastra elettrica e vetro ceramica
- Padelle conformi alle normative europee HACCP
- Primo utilizzo: lavare la pentola con detergenti delicati ed asciugare a mano con un panno da cucina. Riempire quindi a metà la padella con acqua e portare ad ebollizione: rovesciare l’acqua e introdurvi il cibo da cuocere senza asciugare la padella. Procedere con la cottura secondo le modalità ed i tempi previsti dalla ricetta da realizzare
- Durante l’uso impugnare il manico sempre con le presine per evitare scottature
- Cuocere sempre a fiamma moderata mai con fiamme vivaci o alte (il rame ha un alta conducibilità di calore e l’uso di una fiamma troppo alta non solo non è necessaria ma danneggerebbe l’alimento contenuto)


MANUTENZIONE

- Non mettere in forno, non lavare in lavastoviglie
- Pulizia della parte esterna: lucidare con prodotti specifici per il trattamento del rame. Se si preferisce usare le tecniche tradizionali è possibile lucidare anche con limone e sale o aceto e sale
- Pulizia parte interna: detergere con prodotti non abrasivi
- In fase di cottura usare solo utensili di legno per evitare di apportare danni alla stagnatura
- L'eventuale comparsa di aloni o macchie sulla stagnatura, dovuta all'acidità di alcuni cibi, non pregiudica la funzionalità e l'igienicità del prodotto.